Max Ottolini

Max

Cresciuto con la musica nelle orecchie….la mia vita è a base di musica. Fin da piccolo ascoltavo dei 45 giri che trovavo in casa e passavo agevolmente dai Beatles ai Rolling Stones, da Celentano ai Black Sabbath, da Alberto Camerini a Battiato e da Elvis a Vasco.

Questi ascolti iniziali mi hanno fatto apprezzare qualsiasi tipo di musica.

Inizio a suonare la chitarra a 18 anni, dopo svariati tentativi effettuati negli anni precedenti non andati a buon fine, per proseguire la passione di mio cugino tragicamente venuto a mancare giovanissimo……questo avvenimento triste mi ha dato la grinta per insistere nei primi momenti dove pensi di suonare qualcosa e quando ci canti sopra devi fare pause di minuti tra una nota e l’altra e tra una parola e l’altra……le facce dei miei genitori in quei lunghi periodi di agonia musicale sono indelebili nella mia mente.

Quel poco che so fare l’ho imparato da autodidatta, ho fatto qualche anno di scuola ma con pochissimo impegno.

Ho suonato in svariati gruppi, ma quelli che ritengo degni di nota sono i Cry no More dove suonavamo pezzi inediti metal e i Tiratardi… Black Light… e di nuovo Tiratardi… dove ormai il rapporto che si è instaurato è di profonda amicizia e ci si diverte a suonare insieme qualsiasi cosa.

Ho una passione sfrenata per le chitarre, per gli amplificatori e per l’effettistica, quasi una malattia…..la famosa GAS (Guitar Acquisition Syndrome), ma rimango sempre fedele alle mie Gibson Les Paul.

2 commenti su “Max Ottolini”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.